On The Web Side

Quando l’intelligenza artificiale sbaglia ed attribuisce condanne a persone incensurate

Brian Hood, sindaco australiano della cittadina Hepburn Shirea, situata a pochi km da Melbourne, secondo i dati ricavabili dall’uso [..]

Brian Hood, sindaco australiano della cittadina Hepburn Shirea, situata a pochi km da Melbourne, secondo i dati ricavabili dall’uso di ChatGPT sarebbe stato coinvolto in uno scandalo per corruzione che ha interessato una filiale della Reserve Bank of Australia nei primi anni 2000. Stando proprio ai risultati con il chatbot, Hood avrebbe scontato una pena detentiva per corruzione e la piattaforma richiama a supporto fonti giornalistiche come ABC News, The Guardian e Reuters.

Fortunatamente tale circostanza non è assolutamente vera. Come mai un tale errore?

Le dinamiche non sono chiare, tuttavia il Sindaco a mezzo dei suoi legali ha inviato una lettera a OpenAI, ossia la società che sviluppa il chatbot ChatGpt, diffidandoli al fine di rimuovere la notizia falsa e diffamatoria specificando che semmai Hood non è stato il corruttore, ma colui che ha scoperto il pagamento di tangenti a funzionari stranieri per l’assegnazione di alcuni contratti!

Qualora OpenAI non dovesse procedere alla rimozione della notizia, il Sindaco si vedrebbe costretto a procedere contro ChatGPT e, come dichiarano, i legali sarebbe potenzialmente un momento storico, in quanto il il reato di diffamazione diventerebbe applicabile in ragione di una nuova operatività, quella dell’intelligenza artificiale e della pubblicazione dei dati nello spazio IT.

In Australia l’ammontare del pagamento dei danni per diffamazione è in genere limitato a circa 400.000 dollari locali, ma la sua determinazione concreta dipende dal numero di persone che ha avuto accesso alle false informazioni, così che l’importo potrebbe essere tanto più alto quanto più Hood sarà in grado di provarlo.

Condividi l'iarticolo

Articoli recenti

Sextortion

Sextortion

Cara avvocata, sono stata vittima di “Sextortion”: ho conosciuto un ragazzo, mi piaceva, mi fidavo, mi ha chiesto delle foto intime ed io gliele ho girate[…]

Continua a leggere »

Ricerca