On The Web Side

Sextortion

Cara avvocata, sono stata vittima di “Sextortion”: ho conosciuto un ragazzo, mi piaceva, mi fidavo, mi ha chiesto delle foto intime ed io gliele ho girate[…]

«Cara avvocata, sono stata vittima di “Sextortion”: ho conosciuto un ragazzo, mi piaceva, mi fidavo, mi ha chiesto delle foto intime ed io gliele ho girate. Ora vuole del denaro in cambio, in caso contrario minaccia di pubblicarle sui social, gruppi whatsapp e di inoltrarle a mio fratello. Sono chiusa in casa da giorni, ho perso molte lezioni all’università e appelli d’esame ai quali mi ero iscritta. Vorrei difendermi ma non so da dove iniziare».

Risponde

Gentile studentessa, purtroppo i casi di “Sextortion”, in cui vengono richiesti soldi al fine di non diffondere contenuti di carattere sessuale, sono in crescita. L’elemento comune è il grave danno alla vita privata, le difficoltà a denunciare l’accaduto a causa della paura mista a vergogna. Il garante della privacy rende possibile la trasmissione online delle segnalazioni di tutte le situazioni in cui video o immagini di carattere sessuale privati vengono invece diffusi. Ti consiglio di accedere a questo link del garante (servizi.Gpdp.It/diritti/s/revenge-porn-scelta-auth) e procedere con la tua segnalazione. In questi casi il garante avvia un’istruttoria, acquisisce i filmati, li converte in codici alfanumerici per renderli irriconoscibili e ingiunge al social in questione e alle piattaforme di bloccarli. Non aver paura, procedi subito. Restano comunque ferme le tue tutele che puoi attivare in sede civile e penale.
Un abbraccio.

Condividi l'iarticolo
Sextortion

Articoli recenti

Ricerca